Affacciati alla finestra…

164-wanted-community-growth-topMamma medico, papà contadino, Britta Riley sceglie la strada del design, unendo creatività e tecnologia.

Senza dimenticare le regole di sana alimentazione dei suoi genitori.

Si trasferisce a New York, per studiare, ma le radici sono in campagna, nel Texas.

«In città non volevo rinunciare a un’alimentazione sana, ogni giorno, con la presenza di vegetali. La vita è costosa, a Brooklyn. L’ideale sarebbe stato coltivare un orto. Ma dove?».

Quello che abbonda, in città, sono palazzi e grattacieli. Milioni di finestre da cui entra la luce solare: perché non fare l’orto proprio lì, a contatto coi vetri?

Britta costruisce il suo prototipo di coltivazione idroponica con bottiglie di plastica usate.

DSC05322_bIl suo orto verticale non occupa spazio, nel suo mini appartamento e non ostacola la luce.

In breve, spopola tra i suoi amici, che lo migliorano con osservazioni e consigli.

  • Oggi Britta anima una comunità di 40mila persone.
  • Un bel bacino di clienti.

Così, la giovane designer avvia la produzione di Windowfarms e un commercio elettronico, con cui vende la struttura.

Per info: www.windowfarms.com

Fonte: Millionarie, maggio 2015

(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us