Vuoi comunicare con successo? Prova ad usare la negazione “non” nella frase…

 

trasferimento

Uno dei migliori modelli di comunicazione che ho imparato è quello che prevede la negazione “non” inserita nella frase.

Lo uso spesso, sia quando parlo in pubblico o faccio le mie lezioni, sia quando parlo con le persone e voglio che la mia comunicazione sia di successo.

Per esempio, durante i miei seminari motivazionali o le mie conferenze sull’autostima in giro per l’Italia, mi capita spesso, quando voglio far capire un concetto molto particolare, di usare questo esempio.

Rivolgendomi al pubblico presente in aula e abbassando leggermente la mia tonalità, comincio a dire:

  • «Non dovete pensare al gatto nero che in questo momento è fuori della porta e grattandola, comincia a miagolare… non dovete pensarci ora, al gatto nero»!

E tu sai che cosa accade?

Che la maggior parte delle persone comincia proprio a pensare al gatto nero, se lo raffigura con un immagine o cerca dentro di sé il significato della parola gatto.

Insomma: fanno esattamente quello che io ho chiesto di “non fare”.

Nella realtà, ho dato loro un comando in forma negativa, perché il nostro cervello non riconosce la negazione “non”, la cancella e fa passare esattamente quello che c’è dietro.

Chi ti sta ascoltando deve, in qualche modo, rappresentarsi il comportamento che gli hai suggerito di “non fare” per capire bene le cose che gli hai appena detto e, paradossalmente, questo aumenta sensibilmente proprio la possibilità che metta in pratica quello stesso comportamento.

Nell’esempio di prima, comincia a pensare al gatto nero.

Ti faccio un altro esempio, se dico a te che stai leggendo: «Non essere curiosa di sapere cosa ho scritto nelle due righe finali di questo articolo» è molto probabile che tu faccia proprio questo…

donne che parlano troppoimmagina di essere una manager e di voler far arrivare “inconsciamente” un certo tipo di messaggio alla platea cui ti stai rivolgendo o ai tuoi clienti. Puoi usare volutamente la negazione “non” mettendola davanti ad una serie di messaggi.

Eccoti una serie di frasi contenenti la negazione “non” che puoi usare come esempi:

  • non le sto dicendo che il nostro servizio è il più acquistato dai suoi concorrenti…
  • non le sto dicendo che in questo momento è forse il prodotto giusto per lei…
  • non vi sto dicendo che sono il mental coach più ricercato dalle donne…
  • non voglio che in questo momento pensiate a me come l’unico relatore che vi ha affascinato…
  • non ho intenzione di convincervi adesso, mi basta che ascoltiate con attenzione le mie parole…

Scommetto che hai appena saltato la parte precedente e sei immediatamente venuta a leggere queste due righe finali. Bene, allora sei semplicemente una gran “curiosa, come tutti gli altri esseri umani”.

Dunque, ti ho appena dimostrato come sia possibile comunicare con successo usando volutamente la negazione non.

Un abbraccio e lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei

——————————————

Giancarlo Fornei è autore dell’ebook “Comunica & Affascina”, un super ebook contenente ben 3 ebook del coach toscano (Comunicare Bene, Come Imparare a Parlare in Pubblico, I 4 segreti per rompere il ghiaccio e affascinare la platea). Puoi acquistarlo ora, su Amazon, a soli 3,99 euro, da questo link.

 

Please follow and like us:

CoachDonne

Toscano, nato a Carrara 57 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. Conosciuto in rete come "Il Coach delle Donne" per la sua grande esperienza di lavoro con l'Universo Femminile. Da oltre dieci anni aiuta le donne a vincere. Nello sport, come nella vita...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram