Imprenditrice: idee dalla Cina da copiare!

Imprenditrice: idee dalla Cina da copiare!

Molti anni fa (ahimè, quand’ero giovane) c’era un famoso film intitolato “Dalla Cina con furore“, il cui attore principale, Bruce Lee, abbiamo probabilmente amato tutti.

Poi, a marzo di quest’anno, dalla Cina abbiamo “esportato” la pandemia con corona virus in allegato. Insomma, di questi tempi, parlare di Cina non evoca piacevoli emozioni.

Eppure, nel post di oggi, ti spiego perché, la stessa Cina, può diventare stimolo di nuove idee per la tua impresa, in qualsiasi settore essa operi. Anche per una bottega artigianale, una libera professione o un semplice negozio che commercializza prodotti.

Ma andiamo per ordine…

Intanto ti svelo un segreto: io non possiedo auto!

Da molti anni non “spendo” soldi in auto, assicurazioni, benzina o tutto ciò che gira in questo mondo. L’ultima mia auto è stata una Bmw Z3, favolosa. Grigia metallizzata. Ma poi mi si è fuso il motore sull’autostrada per Pisa e, da quel giorno, ho deciso di usare solamente i mezzi pubblici.

Mi sposto in ogni parte di Italia usando l’aereo o il treno. Mentre a casa, uso la bicicletta o vado moltissimo a piedi (ecco perché mi tengo in forma).

Ovviamente, in famiglia abbiamo una macchina, ma è della mia dolce metà, Paola.

  • Mettendo da parte me, che dunque non rientro nel campione preso in esame, in Italia abbiamo ben 62,4 autovetture ogni 100 abitanti.

Noi italiani, spesso abbiamo problemi economici in casa, oppure non riusciamo a pagare i fornitori in azienda, ma non smettiamo di indebitarci (MAI) per acquistare l’auto nuova.

Per carità, lungi da me l’idea di farti la morale, è solamente la constatazione della realtà.

L’Italia è  al primo posto nella classifica delle nazioni europee più motorizzate!

Ma dalla Cina con furore, sta per arrivare un vero scossone al mercato europeo dell’auto (e forse, mondiale), che potrebbe rivoluzionare per sempre la relazione morbosa che gli italiani hanno con i propri veicoli.

Noi italiani non acquistiamo semplicemente un’auto, la POSSEDIAMO gelosamente. La difendiamo da tutto e da tutti e guai a prestarla! Non è così?

Ma qualcosa sta per cambiarci la vita, anzi, il modo di acquistare la nostra futura macchina…

Dalla Svezia, una multinazionale chiamata Lynk & Co, brand che appartiene al gruppo Geely, colosso cinese proprietario (udite udite) della Volvo e della Lotus (sì, hai letto benissimo, i cinesi si sono comprati la Volvo)…

è pronta a conquistare l’Europa con il primo SUV in abbonamento.

Straordinario: ti prendi il SUV esattamente come fai un “normale” abbonamento a Dazn, Amazon Prime, Netflix, Disney Plus, Spotify, ecc. E che SUV… ho visto le foto, la macchina non è solo bella, è SUPER accessoriata!

Si tratterà del solito leasing o noleggio a lungo termine, penserai. SBAGLIATOOOOO…

La Lynk & Co sta per portare in Europa una vera rivoluzione, mentale e commerciale, poiché i loro clienti potranno noleggiare il SUV che desiderano e disdire quando vogliono, senza pagare alcuna penale.

Sembra che la formula commerciale che la multinazionale Svedese (di proprietà Cinese) voglia usare, sia quella di far sottoscrivere online un abbonamento mensile, che include anche la manutenzione, l’assicurazione e l’accesso a una piattaforma di sharing.

La vettura te la porteranno direttamente a casa e trascorso il primo mese di abbonamento, potrai decidere se rinnovare per un altro mese o se restituirla. Ma non basta…

potrai condividere l’auto con amici e parenti, facendoti pagare una quota parte della tariffa di noleggio e, in questo modo, ammortizzare il costo del canone mensile.

Che idea straordinaria! Questi stravolgeranno il mondo dell’automobile…

Mentre aspettiamo che Lynk & Co sbarchi prima in Europa (credo che il primo Club lo facciano ad Amsterdam) e poi anche in Italia (corona virus permettendo), che ne pensi dell’idea?

Potrebbe non avere mercato e sparire in quattro e quattr’otto (io non credo, l’idea è geniale). Ma potrebbe anche dimostrarsi una idea favolosa e “ammazza-concorrenza”.

Idea che tu, amica imprenditrice, potresti prendere in prestito per la tua azienda. O laboratorio artigianale. Libera professione. Negozio. Ecc.

Quello che conta è l’IDEA.

Come spesso ripeto alle donne imprenditrici che chiedono le mie competenze, non serve a nulla scimmiottare quello che fa la concorrenza diretta, ma prendere in “prestito” le idee vincenti e geniali che funzionano in altri settori, anche completamente diversi dal nostro.

Si prende l’idea (quello che abbiamo visto funziona), la si adatta alla nostra realtà e poi si prova ad applicarla al nostro mercato. Ai nostri potenziali clienti.

  • E guarda che Lynk ha fatto esattamente questo: ha preso il “modello Netflix” delle piattaforme digitali, e l’ha adattato al mercato dell’automobile.

E tu, amica imprenditrice? Scommetto che stai continuando a scopiazzare dalla tua concorrenza diretta.

  • Se hai un salone di acconciatura, guardi quello che fanno gli altri parrucchieri.
  • Se sei un’estetista, osservi con attenzione quello che fanno gli altri centri estetici.
  • Se hai una piccola impresa nella ristorazione, guardi unicamente a quello che accade nel tuo settore.

Ma la stessa cosa vale per chi fa la libera professione come me. Ha una bottega artigianale. Ha un bar. Un hotel. Fa la sarta. Ha una gelateria oppure un’agenzia formativa. Ecc. Tutte a osservare, solo e unicamente, quello che accade nel proprio mercato. Non è così?

Guarda oltre. Guarda a 360°.

Come afferma anche lo psicologo Edward De Bono, usa il pensiero laterale. Ovvero, osserva il problema che hai (o l’idea) da diverse angolazioni, anziché concentrati solo sulla cosa che ti sembra “logica”.

Ecco che, qualsiasi sia il tuo settore, la logica ti “insegna” ad osservare la tua concorrenza diretta (parrucchieri con parrucchieri, estetiste con estetiste, sarte con sarte, gelaterie con gelaterie, ristoranti con ristoranti, ecc.).

  • Mentre invece, è molto più produttivo (e intelligente) osservare con curiosità quello che di vincente e innovativo fanno gli altri, Anche se si tratta di un mercato o settore completamente diverso dal tuo.

Ovviamente studiarlo nei minimi particolari e poi adattarlo al proprio contesto. Al proprio mercato.

Basta questo per rilanciare la propria impresa o per acquisire nuovi clienti?

Certamente no. Non è mai sufficiente applicare una singola strategia (seppur vincente e innovativa) per veder prosperare il proprio business. Fondamentale è imparare a differenziare la propria idea e azienda da tutti concorrenti.

Bisogna fare marketing differenziante e di posizionamento.

Ecco perché ho scritto un libro (innovativo) che si intitola “Distinguersi per Non Morire!” che puoi trovare anche su Il Giardino dei Libri. Ed ecco perché sono diventato un punto di riferimento nel settore dell’imprenditoria femminile e aiuto le donne imprenditrici a focalizzare al massimo le proprie attività.

Se vuoi far crescere la tua azienda, contattami ora su WhatsApp al 392/27.32.911, forse e sottolineo il forse, posso aiutare anche te.

Un forte abbraccio

Giancarlo Fornei

 

 

PS: a questo link, trovi una vecchia ricerca del 2017 in cui si parla dell’Italia come record di automobili per abitante. Conoscendo, per uso personale, le carenti infrastrutture del trasporto pubblico, sono assolutamente certo che questo primato è ancora oggi, nel 2020, tutto italiano.

 

PS2: al link accanto, trovi un altro mio blog, in cui ti insegno a fare marketing differenziante facile.

 

PS3: come faccio ad essere sempre “avanti” ai miei concorrenti? Come faccio a conoscere idee e strategie di marketing prima di loro? Semplice, mi aggiorno. Leggo libri, riviste. Studio. Navigo in rete nei mercati in lingua inglese. Sono iscritto a decine di newsletter. Insomma, non SMETTO MAI di imparare cose nuove. Vuoi che trasferisca a te le mie conoscenze? Forza allora, CHIAMA ORA: 392/27.32.911.

 

 

Chi è Giancarlo Fornei

Un bellissimo primo piano del volto illuminato dal sorriso del coach motivazionale Giancarlo Fornei - UAAMI Catania - 3 e 4 dicembre 2017

Toscano, nato a Carrara 58 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. In particolar modo, da oltre dodici anni, “lavora” con le donne e, nello specifico, con le donne imprenditrici.

Le aiuta a rilanciare le loro imprese. A trovare un focus. A differenziarsi dalla concorrenza.

Conosciuto in rete come “Il Coach delle Donne” proprio per la sua grande esperienza di lavoro con l’Universo Femminile. Aiuta le donne imprenditrici a vincere. Nella vita e nel lavoro.

A questo link, puoi conoscerlo meglio.

 

 

Sei una donna imprenditrice? Libera professionista? Artigiana? Commerciante? Sei in difficoltà con la tua azienda o attività? Contatta ora Giancarlo Fornei via WhatsApp al 392/27.32.911 per fare la tua sessione di coaching su Zoom per capire come puoi migliorare il tuo focus e il tuo posizionamento sul mercato. La sessione “Analisi Focus” costa solo 147 € (con fattura) e, laddove poi dovessi proseguire a lavorare con il coach toscano, tale importo ti sarà scalato dai suoi compensi di progettazione.

 

(Visited 12 times, 1 visits today)
Please follow and like us:

CoachDonne

Toscano, nato a Carrara 57 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. Conosciuto in rete come "Il Coach delle Donne" per la sua grande esperienza di lavoro con l'Universo Femminile. Da oltre dieci anni aiuta le donne a vincere. Nello sport, come nella vita...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram