Qual è l’alimento che non dovrebbe mai mancare nella dieta di una donna? Risponde la Dottoressa Roberta Martinoli…

verdure

Le donne hanno rispetto agli uomini una maggiore fragilità delle strutture osteo-articolari. Sono in molte quelle che dopo l’entrata in menopausa soffrono di osteopenia o di osteoporosi.

L’osteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro caratterizzata da una riduzione della massa ossea e dalla compromissione della micro-architettura scheletrica tali da predisporre a un aumentato rischio di frattura. Al fine di prevenire il processo di demineralizzazione ossea si raccomanda un’assunzione giornaliera di Calcio (Ca) pari a 1000 mg/die nelle donne dai 18 ai 59 anni e ai 1200 mg/die dai 60 anni in poi.

Secondo un’indagine condotta nel 2005-2006 il gruppo “Latte e derivati” rappresenta la principale fonte di Ca nella dieta italiana. Formaggi, latte e bevande a base di latte forniscono il 57% di Ca assunto con la dieta.

Altre fonti importanti sono rappresentate dai gruppi “Cereali e derivati”, “Verdura e ortaggi” e “Acqua e bevande non alcoliche” che ne forniscono il 9-10% ciascuno. In ultimo i gruppi “Frutta”, “Carne e derivati” e “Pesce e prodotti della pesca” forniscono assieme circa il 10% del Ca presente nella dieta (dati INRAN-SCAI).

  • In generale le donne, specie se già in menopausa, si sentono giustificate a mangiare grandi quantità di formaggio. Sono consapevoli però del fatto che questa scelta alimentare non potrà giovare contemporaneamente sia alla salute delle ossa che al girovita.

verdure di stagioneCome sempre si tratta di cercare il giusto equilibrio. Del resto è noto che una dieta in cui prevale il consumo di carne, formaggi e cereali ha un grande potere acidificante e che l’acidosi porta ad una più precoce demineralizzazione ossea.

Le verdure invece oltre che a contrastare l’acidità forniscono discrete quantità di Ca. In uno studio condotto nel 1990 e pubblicato sulla prestigiosa rivista American Journal of Clinical Nutrition gli autori dimostrano che il calcio contenuto nelle brassicacee viene assorbito in percentuali maggiori rispetto a quello contenuto nel latte.

In conclusione pur non volendo sconsigliare il consumo di latte e latticini, la categoria alimentare che non dovrebbe mancare nella dieta delle donne è la verdura!

 

 Un guest post della Dottoressa Roberta Martinoli

Roberta Martinoli, nutrizionista
Roberta Martinoli, nutrizionista

————————————————————

Colgo l’occasione per ringraziare personalmente la Dottoressa Roberta Martinoli per la disponibilità che mi ha riservato. È stata di una gentilezza unica e presto tornerà ospite del mio blog, per darci altri consigli interessanti.

Nel frattempo, se vuoi leggere la sua intervista completa, la trovi a questo link.

Per contattare la Dottoressa Martinoli:

 ——————————————–

MyWellShop Home

 

 

(Visited 25 times, 1 visits today)

1 commento su “Qual è l’alimento che non dovrebbe mai mancare nella dieta di una donna? Risponde la Dottoressa Roberta Martinoli…”

  1. Pingback: La nutrizionista Roberta Martinoli: «La paura del fallimento è prima di tutto paura del giudizio. Ci costruiamo un’opinione di noi stessi basandoci in gran parte sul giudizio degli altri»!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us