Ecco perché l’universo femminile è più bravo nelle relazioni di noi maschietti…

Empatia femminileMa l’empatia è donna? Sembrerebbe proprio di sì…

Il primo ad utilizzare il termine “empatia” fu il filosofo Theodore Lipps agli inizi del Novecento. L’empatia è la capacità di percepire e comprendere gli stati mentali e i comportamenti delle persone che abbiamo davanti. Di intuire le emozioni altrui e di parteciparvi.

Secondo gli studiosi ci sono due forme di empatia: quella cognitiva e quella affettiva. Che però sono tutt’altro che distinte, si fondono tra loro. Capire una persona significa anche condividerne le emozioni e, naturalmente, viceversa.

A questo link, trovi un bellissimo articolo di Salvatore Aglioti e Alessio Avenanti tratto da Mente & Cervello.

empatiaDunque, l’empatia ci aiuta ad entrare nei “panni” degli altri, sino ad arrivare a riprodurre le stesse emozioni, gli stessi movimenti, le smorfie del volto della persona davanti a noi e, addirittura, a provare le stesse sensazioni di dolore.

Attraverso l’osservazione, entriamo in empatia con gli altri e siamo dunque in grado di comprendere lo stato d’animo e l’aspetto psicologico dell’altra persona, nonché sperimentare le Sue stesse reazioni emotive.

Pensa per un istante quando ti rechi a vedere un film drammatico e, pur sapendo che è una finzione, un film, dopo un po’ cominci a piangere come una bambina. Attraverso l’osservazione del film ti sei talmente immedesimata che provi gli stessi sentimenti dell’attore.

neuroni 2Sembra che il comportamento imitativo delle persone passi attraverso i famosi “neuroni specchio”. I neuroni specchio entrano in funzione quando si osserva un’altra persona compiere un movimento o eseguire un compito motorio, sviluppando la capacità empatica delle persone.

Ma la cosa sorprendente è che il cervello di noi maschietti mostra una capacità empatica minore di quello femminile. Queste diverse attitudine empatiche  sarebbero alla base di una migliore capacità relazionale delle donne.

  • Insomma: mentre le donne sono più collaborative, noi uomini siamo più competitivi ed entriamo più spesso in conflitto.

Vi sono molti studi che affermano che l’universo femminile è più bravo nelle relazioni interpersonali e questo si manifesta sin da bimbi.

E tu, amica mia, che ne pensi? Secondo te voi donne siete veramente più brave di noi maschietti a sviluppare empatia?

Un abbraccio e lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei

Ps: questo è il restyling di un vecchio articolo che ho scritto il 6 febbraio 2009.

 

——————————————————–

Giancarlo Fornei, durante una sua conferenza sull'autostima a Verona (ottobre 2014)
Giancarlo Fornei, durante una sua conferenza sull’autostima a Verona (ottobre 2014)

 

Autore di molti ebook e libri sulla crescita personale: Penso Positivo, Donne in Crisi, Cosa vogliono le donne?, Come creare autostima in una donna con 3 azioni pratiche, Come Vivere Alla Grande, Come Allenare la Mente a Vincere nello Sport, ecc.

Li trovi su Amazon, acquistali ora da questo link.

Please follow and like us:

CoachDonne

Toscano, nato a Carrara 57 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. Conosciuto in rete come "Il Coach delle Donne" per la sua grande esperienza di lavoro con l'Universo Femminile. Da oltre dieci anni aiuta le donne a vincere. Nello sport, come nella vita...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram