Come aumentare l'autostima di una ragazza!

Come aumentare l’autostima di una ragazza!

Come aumentare l’autostima di una ragazza!

«Occhio cari genitori: nelle famiglie dove regna la stima reciproca tra mamma e papà, è molto più facile per i bambini prima e gli adolescenti poi, creare e mantenere una sana autostima!»…

Giancarlo Fornei, Facebook 24 aprile 2017

Come aumentare l’autostima di una ragazza usando il proprio esempio.

Premessa: io non sono laureato. Non sono dunque uno psicologo o uno psicoterapeuta. I consigli che trovi disseminati nel lungo post che ti appresti a leggere, sono il frutto della mia esperienza diretta, prima come papà e poi come formatore che per molti anni ha insegnato nella Terza Area di alcune scuole superiori della Provincia di Massa Carrara ed è stato a contatto con moltissimi adolescenti.

Fatta questa doverosa premessa, ci tengo anche a sottolineare che nella mia vita ho letto oltre 137 libri di psicologia cognitivo comportamentale, psicoterapia e comportamento umano. Da Alfred Adler a Jean Piaget; da Francoise Dolto a Carl Gustav Jung; da Abraham H. Maslow ad Aldo Carotenuto… tanto per citare dei nomi (e a differenza di molti, io, i libri, li ho letti veramente).

—————–

Anni fa feci una bellissima conferenza sull’autostima alla Mondadori di Sarzana. Ricordo la piccola piazzetta interna della libreria colma di gente, soprattutto di genitori.

Rispondendo proprio alla domanda di una mamma che mi chiedeva come aumentare l’autostima di una ragazza di 16 anni (scoprii poi che si riferiva a sua figlia), risposi di getto questa frase:

  • «Vede Signora, la famiglia prima e la scuola poi, concorrono a creare o a distruggere l’autostima nei ragazzi. Se le persone che hanno intorno sono positive ed hanno, a loro volta, una sana autostima, è molto più semplice per i ragazzi crescere con una buona autostima. Come in ogni cosa, l’esempio fa la differenza.»…

La mamma – seduta in prima fila – ascoltava con rigoroso silenzio e alla fine della conferenza, si fermò a parlare con me, facendomi i complimenti e raccontandomi, appunto, di sua figlia.

 

Guarda e ascolta questo video/Podcast in cui rispondo ad un gruppo di mamme e papà che mi pongono la domanda su come creare autostima nei bambini

 

L’esempio fa la differenza

Ma cosa volevo dire con quella frase? Cosa volevo affermare di importante? Quale messaggio volevo far passare quel giorno?

  • La cosa più ovvia di questo mondo, che spesso in famiglia (ma anche a scuola, purtroppo), ci si dimentica: l’esempio, il comportamento, vale più di mille parole o consigli.

Noi genitori siamo fatti così (ed io mi ci metto per primo), cerchiamo di ripetere ai nostri figli… “che devono credere maggiormente in loro stessi”, “che devono avere fiducia in quello che fanno”, “che devono avere pensieri positivi”, e molti altri straordinari consigli che girano nella nostra mente in quel preciso momento.

Ma la domanda che dovremmo tutti noi porci è: “Io, sono così come consiglio essere a mia figlia/mio figlio, oppure no?”.

Perché vedi, se io sono una persona solare, positiva e piena di autostima, divento un buon esempio da seguire per i miei figli. Se invece io sono una persona negativa, sempre incazzata con il mondo e con l’autostima sotto i piedi, sono ahimè ugualmente un buon esempio da seguire per i miei ragazzi.

Terribile da accettarsi, vero? Ma è la verità, cruda e reale.

E’ inutile che mi affanni a dire a miei figli Sebastian e Mattia (i miei due straordinari ragazzi) che devono credere maggiormente in se stessi e che devono avere più autostima, quando la prima persona che ha problemi con quella parola, sono proprio io!

Tutto quello che posso dire loro interesserà molto meno del mio comportamento.

 

I ragazzi imitano

E sì, cara mamma o papà che stai leggendo, l’esempio (anche il tuo e quello del tuo partner) convince bambini e adolescenti più di tutte le parole logiche e razionali che vorrai dire loro. Il tuo comportamento deve essere coerente con quello che dici e viceversa.

  • Sono profondamente consapevole che Sebastian e Mattia sono stati più influenzati dal mio comportamento (giusto o sbagliato che fosse) che da tutte le parole che ho detto loro.

Laddove io mi sono mostrato sicuro di me, con una sana e forte autostima, ho certamente inviato dei messaggi più positivi ai miei figli di tutti i consigli sull’autostima che avessi voluto “regalare” loro.

Questa consapevolezza dovresti farla tua anche tu. E in tempi rapidi anche. Perché vedi, aumentare l’autostima di una ragazza (o di un maschietto) è possibile, ma la prima persona a doverla possedere (l’autostima), sei proprio  tu.

I ragazzi imitano, ci prendono ad esempio. Siamo, per loro, dei punti di riferimento. 

Sei la prima persona che deve aiutare tua figlia o tuo figlio a far crescere dentro di se una sana e forte autostima. Spiegami come fai se la tua autostima è ai minimi termini?

Tu, proprio tu, sei il primo modello che lei o lui vorranno imitare. E se il primo modello è negativo, come potrai mai trasmettere autostima ai tuoi figli?

 

Esempio positivo o esempio negativo

Non ci sono scuse: tu, come genitore, sei l’esempio di riferimento di tua figlia o tuo figlio. 

Puoi essere un esempio positivo oppure uno negativo.

Ma sappi che lei o lui, imiteranno il tuo comportamento. Prenderanno, come esempio da seguire, quello che tu farai e non, quello che tu dirai loro di fare.

“I bambini imitano i loro genitori perché sono il loro modello n. 1 per interagire con il mondo. Imparano attraverso la vista e le azioni degli altri. I padri dei bambini sono modelli di ruolo in modo che quando cresceranno saranno adulti molto simili ai loro padri / madri.”…

La bellissima frase qui sopra è tratta da un interessante articolo che trovi sul sito Educazione Emozionale. Leggilo tutto.

Dovrebbe farti riflettere.

Farti comprendere come tu abbia un grande potere educativo con il tuo comportamento. Con il tuo esempio.

Restando in tema, farti capire che puoi certamente aiutare tua figlia o tuo figlio ad avere autostima, ma prima, devi possederla tu stessa (o tu stesso se sei un maschietto come me).

Dunque, la domanda da 1 milione di dollari è: come stai (TU) ad autostima? 

 

Pensaci un attimo: come puoi aiutare tua figlia o tuo figlio se la tua autostima è bassa e i tuoi pensieri negativi?

La risposta è… non puoi!

Come può una ragazza crescere in un ambiente positivo se sua madre o suo padre (ovvero, tu), si lamentano ogni giorno della propria situazione economico-lavorativa. Se si guardano allo specchio e non si piacciono. Invidiano continuamente gli altri. Se sono gelosi di tutto e di tutti.

Ti ricordo, per l’ennesima volta, che i bambini e gli adolescenti imitano.

Imitano il tuo comportamento, non quello che dici. Prendono ad esempio ciò che fai, non quello che dici bisogna fare.

Com’era la domanda: Come posso aumentare l’autostima di una ragazza?

La risposta è certamente semplice: con un comportamento coerente fra quello che si dice e quello che si fa.

Leggi con molta attenzione questi cinque punti:

  1. Per trasmettere autostima a tua figlia, devi avere TU stessa una sana autostima.
  2. Se vuoi spiegare a tua figlia che deve accettarsi per quello che è, devi prima accettare te stessa.
  3. Per consigliare a tua figlia di amarsi, devi amarti prima tu.
  4. Per dire a tua figlia che non deve prendere come riferimenti le pubblicità o i reality dove le donne sono solo bellissime e in piena forma estetica, devi farlo prima tu.
  5. Quando vuoi invitare tua figlia a non basare la sua autostima sul giudizio degli altri, devi essere prima tu a fregartene del giudizio delle persone.

So bene che non è facile, ma nel momento in cui dimostri una sana e forte autostima, diventi un modello credibile per i tuoi figli. O per i ragazzi a scuola se sei un’insegnante (non sottovalutare questo aspetto se insegni).

Perché quello che dici fai e puoi, a maggior ragione, dare dei consigli in fatto di autostima. Sei credibile. Sei un esempio. Sei un punto di riferimento.

 

Esercizio per aumentare autostima

Infine, se sei tu che stai leggendo “quella ragazza che ha bisogno di aumentare l’autostima”, ti offro un esercizio straordinario da fare:

Esercizio: comincia subito a volerti bene.

Avrai sicuramente capito che volersi bene e piacersi, è fondamentale per avere una buona autostima, e avere una buona autostima è importante per raggiungere obiettivi e risultati nella vita.

Ma soprattutto: avere una buona autostima è fondamentale per te, per tornare a sorridere e riprendere il controllo della tua vita.

 Voglio che cominci a volerti bene per quello che sei e non per quello che vorresti essere.

Comincia ad apprezzare “chi sei” e presto, molto presto, avrai gli strumenti per lavorare su te stessa, sino a diventare quello che Vuoi.

Anche in questo caso la Legge di Attrazione ti viene incontro e se tu sarai capace di apprezzarti per quello che sei, ti farà avere quello che vorrai (ma devi sempre agire, a costo di essere noioso e ripetitivo, te lo ricorderò sempre).

  1. Focalizzati su quello che Vuoi e non su quello che non Vuoi. A tale proposito, ripetiti tutti i giorni questo mantra: “Io (aggiungi il tuo nome), mi piaccio per quello che sono. Apprezzo quello che ho già e mi voglio bene. Io posso migliorare la mia vita ogni giorno e lo sto già facendo, proprio in questo momento. Ora prendo sempre più consapevolezza di volermi bene, di piacermi per quello che sono”.
  2. Fallo tutte le sere prima di andare a letto e tutte le mattine prima di alzarti (ma puoi ripeterti la frase anche più volte durante il giorno).
  3. Solitamente per costruire una nuova abitudine inconscia bastano ventuno giorni di ripetizione continuata, anche se io ti consiglio di fare l’esercizio per almeno quarantacinque giorni di seguito (soprattutto se la tua autostima è molto bassa). Dopodiché, puoi cominciare a vederne i primi effetti positivi.

Ricordati però, che ogni volta che mollerai, finirai su quella casella del Gioco dell’Oca che recitava “Torna al punto di partenza”! Dovrai ricominciare dall’inizio e questo vale per qualsiasi esercizio stai facendo per acquisire una nuova abitudine.

E le nuove abitudini, sono quelle che cambieranno (in meglio) la tua vita.

Pensa a cosa saresti in grado di fare se tu acquisissi anche solo una nuova abitudine il mese. 12 nuove abitudini positive e potenzianti in un anno.

Che cosa saresti capace di fare?

Tutto.

In sostanza non ci sarebbe nulla che tu non fossi in grado di apprendere, imparare, praticare. E la tua autostima ti ringrazierebbe.

Un forte, fortissimo abbraccio e per qualsiasi cosa scrivimi a info@giancarlofornei.com ti risponderò sempre e personalmente. Magari ci metterò qualche giorno (ricevo tantissime email), ma lo farò. Fidati.

Buona Autostima e metti in pratica tutti i consigli che hai trovato nel lungo articolo. Chiudo con l’invito a leggere questi 7 libri di autostima. Aiuteranno anche te a creare e rafforzare la tua autostima…

Giancarlo Fornei

 

 

 

Autostima Donne 6X

Giancarlo Fornei è l’autore di Autostima Donne 6X“, un vero e proprio trattato di coaching in sei step. Gli stessi che usa per aiutare le donne a tornare a credere in se stesse; a riprendersi in mano la propria vita. Lo trovi su Amazon, a questo link. Oppure su Il Giardino dei Libri, a quest’altro link. Se desideri ascoltare la versione audio Mp3, la trovi a quest’altro link.

 

Problemi di autostima? Contattami ora su WhatsApp al 392/27.32.911, con una sessione di coaching su Zoom, forse, posso aiutare anche te.

Chi è Giancarlo Fornei

Un bellissimo primo piano del volto illuminato dal sorriso del coach motivazionale Giancarlo Fornei - UAAMI Catania - 3 e 4 dicembre 2017

Toscano, nato a Carrara 60 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. In particolar modo, da oltre quattordici anni, “lavora” con le donne.

Le aiuta a VINCERE. Nella vita. Nel lavoro. Nello sport.

Conosciuto in rete come “Il Coach delle Donne” proprio per la sua grande esperienza di lavoro con l’Universo Femminile. In particolar modo, aiuta le donne in crisi di autostima, le donne imprenditrici del mondo del beauty e hair care e le atlete agoniste.

A questo link, puoi conoscerlo meglio.

 

 

 

 

iscriviti nella mia mailing list

Scrivimi a info@giancarlofornei.com o mandami un messaggio su WhatsApp al 392/27.32.911 e lasciami la tua email. Ti iscriverò nella mia mailing list Autostima.

  • Riceverai in Omaggio uno dei miei ebook/report sull’Autostima e, in anteprima via email, ogni settimana i miei articoli più belli.

Il tuo indirizzo email non sarà mai ceduto a nessuno e sarà trattato nel pieno rispetto della Normativa Europea e della Legge sulla Privacy Italiana. Potrai cancellarti quando vuoi, con un semplice click.

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us